Luca, operaio morto di lavoro a Rivoli: l’inferno della fabbrica nell’era del grande caldo

Posted on

Repubblica dedica uno spazio fisso alle morti sul lavoro. Una Spoon River che racconta le vite di ciascuna vittima, evitando che si trasformino in banali dati statistici. Vite invisibili e dimenticate. Nel nostro Paese una media di tre lavoratori al giorno non fa ritorno a casa e “Morire di lavoro” vuole essere un memento ininterrotto rivolto a istituzioni e politica fino a quando avrà termine questo “crimine di pace”.

In fabbrica come nei campi. Muoiono di caldo e fatica i migranti sfruttati dal caporalato nel Meridione d’Italia, si accasciano in silenzio sotto il sole della campagna o la sera sul bordo della strada tornando a casa in bicicletta. Luca, da quarant’anni operaio di una ditta di Rivoli, nel Torinese, che sforna ingranaggi per i cambi dei camion, ha avuto un malore davanti alla linea di produzione dei sincronizzatori, è caduto ed è morto sotto gli occhi del figlio Fabio anche lui dipendente dell’azienda. Un malore per il caldo o forse no, comunque la fine di una vita sul posto di lavoro. I compagni di Luca Capelli, 60 anni, si sono fermati subito, i sindacati hanno protestato per le temperature insopportabili all’interno della struttura, poi scioperi, picchetti e proteste. Il caldo straordinario di questi nostri tempi trasforma le fabbriche in piccoli inferni, tutto nelle nostre esistenze si sta adeguando ai cambi climatici ma nei posti di lavoro c’è qualche resistenza in più, come succede spesso quando le ragioni del profitto si incrociano con quelle della dignità e della sicurezza del lavoro. Ambiente, transizione industriale, sistemi economici: temi epocali che aleggiano sopra le nostre piccole esistenze quotidiane. La vita di Luca che nella villetta multifamiliare di Bruino, una manciata di chilometri da Torino, lascia la moglie Roberta, i figli Fabio e Nadia, gli anziani genitori Graziella e Sabatino. “Lasciateci con il nostro dolore”, sono riusciti a dire ai cronisti locali spezzando solo per un attimo il dignitoso silenzio di una famiglia sprofondata in un’esistenza sconvolta, ancora sconoscita. “Mi rattrista molto. Ho avuto modo di parlare con te per poche ore, ma ho visto subito che eri una bella persona. Ciao Luca, buon viaggio”, scrive sui social Maria Barbara. Il nuovo, ultimo viaggio di un operaio.

 

Argomenti

Jasaseosmm.com Smm Panel is the best and cheapest smm reseller panel Buy Twitter Verified Badge for instant Instagram likes and followers, Buy Verification Badge, Youtube views and subscribers, TikTok followers, telegram services, and many other smm services. telegram, and many other smm services.